Bonus carburante

fuel-meter-g5c991e018_640

Il Decreto Ucraina ( DL. 21/22), ai fini del contenimento dell’impatto economico dovuto all’aumento del prezzo del carburante, ha previsto la possibilità, per il datore di lavoro, di erogare ai dipendenti buoni benzina esenti da imposizione fiscale nel limite di € 200,00.

In attesa di un intervento chiarificatore da parte dell’Agenzia delle Entrate, si ritiene che i buoni benzina possano essere cumulabili con l’eventuale buono rientrante nel limite di esenzione riconosciuto dal TUIR per beni e servizi fino a 258,23 annui, con la conseguenza che il plafond massimo del 2022 per l’acquisto di carburanti può essere innalzato a 458,23 euro totali.

La norma espressamente prevede che “Per l’anno 2022, l’importo del valore di buoni benzina o analoghi titoli ceduti a titolo gratuito da aziende private ai lavoratori dipendenti per l’acquisto di carburanti, nel limite di euro 200 per lavoratore non concorre alla formazione del reddito ai sensi dell’articolo 51, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.”

L’importo è esente anche da un punto di vista previdenziale per effetto dell’armonizzazione delle basi imponibili stabilita dal D.Lgs. 314/1997 (continua…)

Continua

Certificazione unica 2022

824e49fd-4f05-42db-b793-5452de7c63c2
Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 14 gennaio 2022 è stato approvato definitivamente il modello relativo alla Certificazione Unica (CU) 2022, e le relative istruzioni. Tale Certificazione, sarà utile per certificare l’erogazione di redditi di lavoro dipendente, assimilati (amministratori, co.co.co, co.co.pro, Lsu, borse di lavoro e di studio, tirocini), lavoro autonomo (professionisti, agenti di commercio) e redditi diversi (lavoro occasionale).

Informativa 09 Certificazione unica 2022

 

Continua

LEGGE DI BILANCIO 2022 – LE PRINCIPALI NOVITA’ IN MATERIA DI LAVORO – Seconda parte

Come si ricorderà il 31 dicembre 2021 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge n. 234/2021 meglio nota come Legge di Bilancio.

Le disposizioni sono in vigore dal 1° gennaio 2022.

In questa seconda parte continuiamo ad analizzare le disposizioni di maggior interesse per il mondo del lavoro.

  • LA RIFORMA DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI (art. 1 commi da 191 a 220)

La norma provvede ad effettuare una rivisitazione degli ammortizzatori sociali ampliandone il campo di applicazione.

Le modifiche disposte dalla legge di bilancio sono in vigore dal 1° gennaio 2022 e interessano i periodi di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa decorrenti dalla su citata data. Il Ministero del lavoro, con circolare n. 1 del 03/01/22 ha già fornito le prime precisazioni in merito. (continua…)

Continua