LE PRIORITA’ ISPETTIVE 24: LAVORO, SALUTE, SICUREZZA

Un anno di controlli intensi per garantire equità e rispetto elle regole

 

Le priorità ispettive 2024: Lavoro, salute, sicurezza.

Con la presente desideriamo fornirvi un aggiornamento sulle linee guida e gli obiettivi che l’Ispettorato Nazionale del Lavoro si è dato per la programmazione delle attività ispettive per l’anno 2024.

Come ogni anno, l’INL ha rivisto ed aggiornato le aree di intervento prioritarie, sulla base delle più recenti indicazioni ministeriali e dell’analisi dei dati disponibili sul rispetto della normativa in materia di lavoro, salute e sicurezza.

Tra le priorità identificate per il 2024 rientrano:

– Il settore agricolo e agroalimentare, dove persistono ancora rilevanti fenomeni di sommerso e caporalato. Verranno intensificati i controlli su questo comparto.

– Il settore manifatturiero, con particolare focus su produzioni artigianali e industriali come abbigliamento e pelletteria.

– Il settore della logistica, in continua crescita ma con alcune criticità legate a forme illegittime di appalto e distacco.

– Le piattaforme digitali e il lavoro etero-organizzato, per verificare il rispetto della normativa prevenzionistica e antidiscriminatoria.

– Il settore edile, ove permangono irregolarità soprattutto legate al lavoro nero e al mancato rispetto delle norme di salute e sicurezza.

Verrà inoltre dato ampio spazio al monitoraggio dei tirocini e alla valutazione dei soggetti che li promuovono.

Confermata anche l’attenzione al tema delle pari opportunità, del contrasto alle discriminazioni e al rispetto della normativa sulla genitorialità.

Infine, proseguiranno i controlli in materia previdenziale volti a verificare la corretta applicazione della normativa e a contrastare il lavoro irregolare e le irregolarità nell’utilizzo degli ammortizzatori sociali.

Vi invitiamo a prendere visione di queste linee programmatiche dell’Ispettorato, al fine di adeguare i vostri sistemi di gestione e controllo interno.

Restiamo a disposizione per ogni chiarimento.

Continua

MAXISANZIONE PER LAVORO NERO

Maxisanzione per lavoro nero

Maggiori tutele in caso di controlli ed ispezioni sui luoghi di lavoro a seguito delle novità introdotte dal D.L. n. 19/2024 in materia di lavoro nero e sommerso.

Con la presente si intende fornire un aggiornamento circa gli obblighi aziendali in materia di lavoro e legislazione sociale, alla luce delle modifiche normative introdotte dal recente Decreto Legge 2 marzo 2024, n. 19 recante “Ulteriori disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)”. (continua…)

Continua

LE NUOVE SANZIONI CONTRIBUTIVE A SEGUITO DEL DECRETO PNRR

Un decreto legge è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2024. Questo decreto, identificato con il numero 19 del 2 marzo 2024, contiene una serie di disposizioni riguardanti il lavoro e disciplina misure per l’accertamento e il contrasto delle violazioni nel settore contributivo.

Tra le novità in parola, l’art. 30 del Decreto contiene modifiche all’apparato sanzionatorio in materia contributiva disciplinato dalla L. 23 dicembre 2000 n. 388 a decorrere dal 1° settembre 2024.

Il Decreto prevede, peraltro, che siano fatte salve le disposizioni che prevedono l’applicazione di regimi sanzionatori più favorevoli per il contribuente. (continua…)

Continua

DENUNCIA LAVORI USURANTI

Lavori-usuranti-_2_

LAVORI USURANTI: 02 APRILE 2024 INVIO COMUNICAZIONE ANNUALE

Gli addetti a lavorazioni particolarmente faticose e pesanti, cd. Lavori usuranti, hanno la possibilità di beneficiare dell’accesso anticipato al pensionamento ai sensi del d.lgs 67/11.

A tal fine il datore di lavoro è tenuto a trasmettere, esclusivamente in via telematica, una specifica comunicazione all’Ispettorato territoriale del lavoro ed ai competenti istituti previdenziali. In particolare, tale comunicazione avviene tramite la compilazione del modello LAV_US,  le cui istruzioni sono contenute nella nota del Ministero del Lavoro n. 39/0004724 del 2011. (continua…)

Continua

APPALTI IRREGOLARI

Le nuove norme sul contrasto agli appalti irregolari, contenute nel decreto legge 19/2024, rappresentano un importante passo avanti nella lotta contro la somministrazione fraudolenta. Questa fattispecie, introdotta più di venti anni fa dalla legge Biagi e successivamente abrogata, viene ora riproposta nel nuovo decreto come strumento di contrasto a diverse situazioni di illecito. (continua…)

Continua