INCREMENTO DEL CONTRIBUTO ADDIZIONALE NASPI A VALERE SUI RINNOVI DEI CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO

Il c.d. Decreto Dignità ha introdotto alcune modifiche al contratto a tempo determinato. In particolare, oltre ad aver ridotto a 12 mesi la durata massima del contratto a tempo determinato a-causale, ha previsto l’aumento del contributo addizionale che finanzia la NASpI, dovuto dai datori di lavoro, nella misura dello 0,50%, in occasione di ciascun rinnovo del contratto di lavoro a tempo determinato. (continua…)

Continua

LE NUOVE REGOLE RELATIVE ALLO STATO DI DISOCCUPAZIONE

L’Anpal, con circolare n. 1/2019, illustra alcune novità in tema di disoccupazione, in considerazione delle novità normative (D.L. 4/2019), ciò in quanto si erano creati alcuni problemi in relazione alla normativa in materia di stato di disoccupazione per la generalità dei lavoratori e quella considerata ai fini del reddito di inclusione, (continua…)

Continua

CANTIERI EDILI E TICKET DI LICENZIAMENTO

La L. 92/2012 ha previsto che nei casi di interruzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per le causali che, indipendentemente dal requisito contributivo, darebbero diritto all’indennità di disoccupazione, intervenuti a decorrere dal 1° gennaio 2013, è dovuta, a carico del datore di lavoro, una somma pari al 41% del massimale mensile di NASpI per ogni 12 mesi di anzianità aziendale negli ultimi 3 anni (c.d. contributo di licenziamento). (continua…)

Continua

IL CORRETTIVO AL JOBS ACT

Con la pubblicazione nella G.U. 7 ottobre 2016, n. 235, del D.Lgs. 24 settembre 2016, n. 185, a decorrere dal giorno 8 ottobre 2016 sono in vigore le misure correttive relative ai D.Lgs. attuativi Jobs Act.

Il decreto si compone di 6 articoli: i primi cinque riguardano i singoli provvedimenti sui quali il legislatore è intervenuto apportando modifiche di grande impatto (continua…)

Continua

NASPI E DID: I NUOVI CHIARIMENTI DELL’INPS

Con circolare n. 194 del 27 novembre 2015, l’INPS ha fornito istruzioni applicative in merito alle novità contenute nei D.Lgs. n. 148/2015 e n. 150/2015.

Gli argomenti trattati sono i seguenti:

  • limiti massimi di durata della indennità NASpI;
  • lavoratori stagionali dei settori produttivi del turismo e degli stabilimenti termali. Calcolo della durata dell’indennità NASpI – Aggiornamento del meccanismo di calcolo;
  • stato di disoccupazione – Nuove modalità di presentazione della Dichiarazione di immediata disponibilità (DID);
  • misure di condizionalità relative alla fruizione della NASpI – Obblighi  di partecipazione alle misure di politica attiva del disoccupato e sanzioni per la loro inosservanza;
  • perfezionamento del requisito delle 30 giornate di effettivo lavoro;
  • durata dell’indennità NASpI. Adeguamento del procedimento di calcolo;
  • durata dell’indennità NASpI: indennità di mobilità e indennità di mobilità in deroga fruite nel quadriennio di osservazione;
  • requisito contributivo di tredici settimane di contribuzione contro la disoccupazione. Valutazione della contribuzione agricola ed extra agricola ai fini della verifica della prevalenza per l’accoglimento di una domanda di NASpI;
  • contratti di solidarietà.

(continua…)

Continua