EMILIA ROMAGNA – ACCORDO INTERCONFEDERALE INTERCATEGORIALE PER IL WELFARE DI BILATERALITA’ NELL’ARTIGIANATO

In data 27 settembre è stato sottoscritto un’accordo interconfederale/intercategoriale per le aziende artigiane dell’Emilia Romagna da parte delle organizzazioni regionali di  Confartigianto, Cna, Casartigiani, Claai da una parte e Cgil, Cisl, Uil dall’altra.

L’accordo, sicuramente innovativo, prevede, in sintesi, di destinare parte delle risorse a prestazioni di Welfare per i lavoratori dipendenti e di prestazioni per il sostegno allo sviluppo e agli investimenti delle imprese.

L’accordo interessa:

(continua…)

Continua

ELEMENTO ECONOMICO DI GARANZIA NEL CCNL TERZIARIO

Con la retribuzione del mese di novembre 2017  le aziende del terziario, che non applicano contratti collettivi di secondo livello, dovranno corrispondere ai propri dipendenti un Elemento Economico di Garanzia (Eeg).

Tale emolumento spetta ai lavoratori a tempo indeterminato, assunti anche con contratto di lavoro intermittente o in somministrazione e gli apprendisti in forza al 31 ottobre 2017, che risultino iscritti nel libro unico con la medesima matricola per un periodo di almeno sei mesi continuativi.

Qualora, durante tale periodo, intervenga una assunzione a tempo indeterminato o una trasformazione del contratto a termine, il computo dei sei mesi decorrerà da tale ultima data.

L’importo è pari ai seguenti valori:   

(continua…)

Continua

SGRAVIO CONTRIBUTIVO PER MISURE CONCILIATIVE VITA-LAVORO – ISTRUZIONI OPERATIVE

L’Inps, con sua circolare n. 163 del 03/11/2017, ha illustrato le modalità di attribuzione dello sgravio contributivo previsto dal D.I. 12 settembre 2017, per i datori di lavoro che stipulino contratti collettivi aziendali contenenti misure volte a favorire la conciliazione tra la vita lavorativa e la vita privata dei lavoratori. (continua…)

Continua

RECUPERO “BENEFICI NORMATIVI E CONTRIBUTIVI”

L’INL, con nota n. 255 del 17 ottobre 2017, ha fornito ulteriori chiarimenti in merito al recupero dei benefici normativi e contributivi.

I benefici normativi e contributivi sono subordinati al possesso del Durc, la cui assenza, all’esito dell’invito a regolarizzare emesso dagli Istituti, determina la perdita definitiva dei benefici normativi e contributivi goduti e oggetto di verifica. (continua…)

Continua