LE NOVITA’ SUL LAVORO AUTONOMO

La L. 81/2017,  meglio nota come il Jobs Act del lavoro autonomo, pubblicata in G.U. N. 135/2017, introduce importanti novità per i lavoratori autonomi. Tali regole sono valide per tutte le libere professioni, per l’esercizio delle quali occorre l’iscrizione a un ordine o collegio, ma anche per le attività professionali svolte in via non occasionale, e quindi con titolarità di partita Iva, dagli iscritti alla Gestione separata Inps. Vi rientrano, infine, anche le prestazioni relative ai contratti d’opera. (continua…)

Continua

IL LAVORO AGILE

Con la presente per comunicare che  in data 13 giugno 2017 è stata pubblicata nella G.U. n. 135 la L. 81/2017, che ha disciplinato per la prima volta nell’ordinamento italiano il lavoro agile.

Di seguito le principali caratteristiche del lavoro agile. (continua…)

Continua

GESTIONE SEPARATA INPS – AUMENTO ALIQUOTE CONTRIBUTIVE

L’articolo 7 della n. 81/2017 (meglio nota come  Jobs Act del lavoro autonomo) ha apportato alcune modifiche all’art. 15 del D. Lgs n. 22/15, che disciplina l’indennità di disoccupazione mensile DIS-COLL per i lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa.

In sintesi il legislatore ha previsto, oltre a rendere strutturale tale prestazione (continua…)

Continua

LE ASSUNZIONI AGEVOLATE DI BENEFICIARI DI MOBILITA’ O DISOCCUPAZIONE

L’Inps, con il messaggio n. 2243/2017, ha fornito le indicazioni sul regime contributivo dell’assunzione in apprendistato dei lavoratori beneficiari di indennità di mobilità o di un trattamento di disoccupazione. È stato inoltre introdotto, a partire dal mese di competenza giugno 2017, un nuovo sistema di codifica delle assunzioni in apprendistato professionalizzante ai sensi dell’articolo 47, comma 4, D.Lgs. 81/2015. (continua…)

Continua

TIROCINI – LE NUOVE LINEE GUIDA

Con l’accordo in Conferenza Stato-Regioni del 25 maggio 2017 sono state riesaminate le linee guida in materia di tirocini precedenti del 24 gennaio 2013.

Trattasi delle linee guida per la determinazione degli standard minimi di uniformità, della disciplina dei tirocini sul territorio nazionale, che le Regioni e le Province autonome si impegnano a recepire entro 6 mesi dalla sottoscrizione dell’accordo. (continua…)

Continua